Ercolano

autore: admin | data: 22 dicembre 2011 | Tag:

Insieme a Pompei, Ercolano rappresenta una delle maggiori attrattivo turistiche d’interesse archeologico e culturale della Campania.

Gravemente danneggiata dal terremoto del 62 a.C., Ercolano fu, proprio come Pompei, completamante distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 a.C.
Lo strato solido che seppellì la cittadina di Ercolano fu rimosso solo nel XVIII secolo, quando a seguito di alcuni lavori vennero alla luce interessanti reperti di epoca romana.

Gli scavi di Ercolano sono meta turistica di migliaia di viaggiatori che ogni anno decidono di lasciarsi affascinare dalla magia di una buona parte di città sotterranea “riemersa” nella sua quasi più totale integrità.
Gli scavi archeologici di Ercolano hanno riportato alla luce solo una parte della città sepolta, quella più vicina al mare. Restano sotterrati parte del Foro, le necropoli e molte abitazioni.
L’itinerario degli Scavi di Ercolano comprende la visita a numerose case, tra le più interessanti ricordiamo la Casa di Aristide e Argo, la Casa del Genio, la Casa dello Scheletro, la Casa dell’Albergo, la Casa del Tramezzo di legno e tante altre ancora.

Di notevole interesse anche il complesso delle Terme Centrali, imponente edificio risalente all’età augustea composto da due parti separate, una per gli uomini, l’altra per le donne.
Da ammirare anche le Terme Suburbane, il Pistrinum, la Palestra, il Foro e l’Antiquarium.


0 commento disponibile


Lascia un Commento