Viaggio nei colori di Gennaro Sardella

autore: admin | data: 26 dicembre 2011 | Tag:

L’artista in esposizione permanente presso l’hotel Bellevue Syrene di Sorrento
Una delle frasi che ama ripetere Gennaro Sardella è che “Siamo fatti di tanti colori“. Di tutti quei colori che egli utilizza magistralmente nelle sue opere.
Artista, maestro e gran conoscitore dell’animo umano, dell’uomo contemporaneo, immerso anzi soffocato nelle contraddizioni e nei condizionamenti della vita di tutti i giorni. Un pittore visionario e surrealista, che dipinge figure dai lunghi colli, lingue acuminate in un mondo apparentemente confuso, fiabesco, fantasioso. Un pittore libero, come egli ama definirsi, che ha scelto di affidare alla sua arte un messaggio importante, una filosofia di vita, una denuncia costante ad un mondo convenzionale, standard, stereotipato.
Opere da interpretare, in grado di parlare, di comunicare sofferenza, perplessità, preoccupazione per le attuali condizioni di vita dell’individuo ma che non dimenticano mai quel particolare messaggio di speranza, di augurio, di gaiezza spesso affidato al colore o a immagini grottesche e comiche.

Gennaro Sardella, napoletano di origine, inizia giovanissimo a raffigurare quel mondo fantastico, fiabesco e surreale che connoterà l’atmosfera di quasi tutta la sua produzione pittorica. Ha girato, sin dall’adolescenza, le principali città italiane: un peregrinare dettato da una inappagabile sete di conoscenza e una curiosità incessante per il mondo. Nel periodo napoletano, precisamente fino al 1975, egli riprende il suo legame artistico con il pittore Roberto Carignani, affina le tecniche di pittura e incontra importanti artisti, come Giorgio De Chirico e Pietro Annigoni. Il suo vissuto personale, la sua napoletanità carica di immagini dalla forte valenza simbolica, la particolarità e unicità delle sue tele hanno delineato un persorso, non sempre in discesa, che ha portato l’artista ad essere riconosciuto come riferimento importante del panonorama artistico napoletano e nazionale. Oltre ottanta mostre in Italia, consensi di pubblico italiano ed estero per uno degli artisti più interessanti non solo del panorama aristico campano, ma nazionale e internazionale.


0 commento disponibile


Lascia un Commento