L’Isola di Capri

autore: admin | data: 22 dicembre 2011 | Tag:

Nelle acque iridescenti del Golfo di Napoli si erge l’isola più celebrata per la sua bellezza fin dai tempi dell’Impero Romano: l’isola di Capri. É una massa calcarea con un’estensione di circa 10 km², distante non più di tre miglia marine da Punta della Campanella, l’estremità della Penisola Sorrentina, a cui inizialmente era legata fino a quando, sommersa dal mare, si è separata dalla terraferma. Il suo territorio, con una struttura morfologica particolare, con cime di media altezza, è composto dalla stessa Capri e dall’altopiano Anacapri. Fin all’antichità l’isola vanta una prosperosa tradizione turistica tanto che i due maggiori imperatori romani, Tiberio e Augusto, la elessero a meta e dimora delle proprie vacanze, per la salubrità del clima e la bellezza del paesaggio.

Fin dal I secolo d.C. molti patrizi, emulando gli imperatori, soggiornarono a Capri per le proprie vacanze. Nel corso dei secoli, poi, il territorio è diventato luogo di ispirazione e riposo di molti artisti, vip e aristocratici oltre che di poeti, attori e musicisti. Capri è diventata seconda patria di scrittori come Norman Douglas, Massimo Gorkij, Jacques d’Adelsward Fersen, Curzio Malaparte, Oscar Wilde, Alessandro Dumas, oltre che al grande medico svedese Axel Munte e molti altri. La bellezza di Capri, oltre che dalle numerose leggende legate al suo nome e dalla fama che ha acquisito nel corso dei secoli, è determinata da una serie di bellezze naturalistiche e monumentali che la rendono unica nel suo genere. L’icona di Capri sono, di certo, i Faraglioni che si stagliano dalle acque del mare e sono visibili da diversi punti della costiera come immagine emblematica dell’isola. Si tratta di rocce staccatesi dall’isola a causa dell’erosione marina e conservano una piccola colonia di lucertole azzurre.

Altra bellezza naturalistica, legata al nome di Capri è la Grotta Azzura, dove è possibile ammirare uno splendido spettacolo offerto dal cromatismo dei colori e la struttura stessa della grotta. Vi si può accedere in barca attraverso un ingresso angusto. Sui Faraglioni si apre il Belvedere di Tragara, splendido punto panoramico. Numerosi anche i monumenti e le chiese che : dell’arte caprese. É stato costruito nel 1374 da Giacomo Arcucci, segretario della regina Giovanna I D’Angiò. Nel suo interno si nota la sovrapposizione di diversi stili architettonici che rivelano i continui restauri cui è stata sottoposta, come quello successivo alle invasioni ottomane.

La copertura a volta è tipica dell’architettura medievale come il caratteristico portale con bassorilievi ed un affresco del 1300. Il chiostro piccolo risale al Quattrocento e conserva capitelli romani e bizantini, mentre, quello grande è stato costruito nel secolo successivo. Il refettorio ospita il museo dedicato a Diefenbach con opere del pittore tedesco rinvenute all’interno della Grotta Azzurra. Importante è anche la Chiesa di San Costanzo, in stile bizantino, nei pressi di Marina Grande e dedicata al santo patrono dell’isola. Ad Anacapri, invece, sorge la Chiesa di San Michele ed è uno degli esempi di architettura barocca dell’isola. Rilevante il pavimento maiolicato rappresentante una scena del paradiso terrestre. Alla sommità del Monte Tiberio, sorge, invece, Villa Jovis o Villa di Tiberio, dalla cui loggia imperiale, definita Salto di Tiberio, è possibile godere di un panorama straordinario.

Non meno spettacolare è il Palazzo a Mare coi Bagni di Tiberio, di grande valenza archeologica, in passato la residenza preferita dall’imperatore Augusto. Inoltre ad Anacapri è possibile ammirare il Castello Barbarossa che prende il nome dal pirata Kair-ed-Din che saccheggiò l’isola nel 1534. Particolare è anche Pizzolungo, una colonna rocciosa in mezzo al mare che cambia forma in base alla prospettiva da cui la si guarda, o l’Eremo di Santa Maria di Cetrella, sul versante del Monte Solaro, a strapiombo su Marina Piccola rivolto verso Capri. All’estremità sud-occidentale dell’isola si trova un altro Belvedere, quello di Migliera, che si affaccia sulla zona del faro ed ha una veduta spettacolare. Matermania è la zona collinare compresa tra Monte Tuoro e Tiberio, sul versante orientale dell’isola di Capri. Alla fine di Via Matermania si trova una vera rarità, un’opera d’arte della natura: l’Arco Naturale. Si tratta di un possente arco di roccia che poggia su un esile pilastro e attraverso cui si gode una vista suggestiva della baia sottostante.

Anche Capri conta diverse feste tradizionali, soprattutto di stampo religioso, che sono organizzate con grande precisione e maestria. Tra queste ricordiamo la Processione di San Costanzo in onore di San Costanzo, il Santo protettore di tutta l’isola di Capri, che si celebra il 14 maggio di ogni anno, la Processione di S.Antonio da Padova, il santo protettore di Anacapri, che si festeggia il 13 giugno di ogni anno e la Settembrata Anacaprese, che è una gara tra le quattro contrade del paese (Le Boffe, La Porta, Le Stalle e La Pietra) organizzata ogni anno dal comune. Capri, inoltre, affascina anche per la sua pregiata gastronomia, offerta dai vari Chef del posto che si esprimono nei più lussuosi ristoranti e alberghi dell’isola.

Noti anche i prodotti tipici capresi: accanto al caratteristico limone e all’olio extravergine della Penisola Sorrentina, vi è il gustoso tarallino caprese che viene lavorato a mano con la formazione di tante striscioline intrecciate. Il tarallino può gustarsi in diverse fragranze: all’olio extravergine, al finocchio selvatico dell’isola, al pomodoro e origano, al prezzemolo e aglio, alla maggiorana, alla salvia e burro, allo strutto e pepe, alle mandorle, al sesamo e all’arachide.

Informazioni utili:
Come raggiungere Capri:
Distanza da Sorrento: 8 miglia marine
Via mare: imbarcarsi al Porto di Marina Piccola, verso Capri, o noleggiare imbarcazione da diporto.

Numeri utili:
Polizia Municipale: tel. 0818370167
Taxi: tel. 0818376657
Uffici postali: Via Roma, 50 Capri- Viale de Tommaso 8/a Anacapri
Azienda Autonoma di Soggiorno Cura e Turismo: Via P. Serafino Cimmino 1, tel. 0818370424
Via Marina Grande, tel. 0818370634 Piazza Umberto I 1, tel. 0818370686


0 commento disponibile


Lascia un Commento