Salerno-Luci d’Artista 2015/2016

Luci-dArtista-Salerno
Anche quest’anno la città di Salerno per il periodo delle feste si veste del suo abito più sfarzoso, per accogliere i milioni di visitatori che fino al 24 gennaio godranno il prodigio di un viaggio favoloso attraverso la magia della luce e del colore.
 
Ogni anno tra Novembre e Gennaio Salerno diventa una delle mete più affascinanti d’Europa, grazie all’appuntamento ormai attesissimo di Luci d’Artista, spettacolare esposizione di vere e proprie opere d’arte realizzate con la luce, che creano scenografie sempre più complesse e suggestive. I temi di questa edizione 2015/2016 sono il Mito, il Sogno, il Tempo, il Natale, che si declinano attraverso paesaggi incantati, cieli stellati, scene fiabesche, e quadri legati alla Natività.
La fruizione di tutte le opere e di tutti gli eventi di Luci d’Artista è resa ancora più agevole dalla app scaricabile gratuitamente con mappe, descrizione delle installazioni luminose, photogallery con le foto condivise dai visitatori e informazioni utili sui trasporti.
Luci d’Artista non è solo giochi di luce, ma anche un calendario ricco di mostre, concerti e spettacoli. Per tutte le informazioni si rimanda al sito ufficiale: lucidartista.comune.salerno.it

Le Zeppole

zeppole
Regine della tavola natalizia in costiera, sono i dolci fritti tipici del periodo delle feste, che rievocano la dolcezza e la bontà di mamme e nonne, e ci riportano alla mente la gioia e l’allegria di noi stessi bambini.

Ogni regione italiana ha la sua pasticceria natalizia, ed anzi la distinzione potrebbe spingersi oltre il livello regionale a caratterizzare la singola provincia o la città, perché in questo periodo dell’anno ognuno sente più profondamente l’appartenenza alle proprie radici. Comuni a tutto il Sud Italia, gli struffoli, le friabili palline fritte ricoperte di miele e confettini, sono un must nelle vetrine di tutti i bar e le pasticcerie, nella sontuosa versione a cupola formato famiglia in un grande piatto da portata, o nell’irresistibile monoporzione da mangiare anche per strada.
Alla tradizione partenopea appartengono i Mustacciuoli, dolci di forma romboidale ricoperti di glassa al cioccolato, i Susammielli, dalla caratteristica forma ad esse, impastati col miele, e i Roccocò, durissime ciambelle al profumo di agrumi.
Tipici dolci delle feste immancabili sulle tavole della Penisola Sorrentina sono le Zeppole, ciambelline fritte con un sentore di anice, condite col miele e decorate con diavulilli e scorzette d’arancia.
S tratta di un dolce “povero”, che ha come ingredienti base acqua e farina. Per chi volesse cimentarsi, la preparazione non è difficile, anche se, si sa, l’esperienza fa la differenza. Si utilizzano in pari quantità acqua e farina, niente zucchero, perché le zeppole verranno condite col miele, e un pizzichino di sale. Si porta ad ebollizione l’acqua col sale e si versa pian piano la farina mescolando fino a che l’impasto non si staccherà dalla pentola. Poi, su un piano leggermente unto, si lavora la pasta e si formano i salsicciotti da chiudere a forma di ciambella. A questo punto non resta che friggerli. Per il condimento, si scalda il miele con un po’ di anice e le scorzette d’arancia e si versa il tutto sulle zeppole disposte sul piatto da portata. In ultimo, una cascata di confettini colorati, i diavulilli, che rendono il tutto irresistibilmente appetitoso!