Le mostre di primavera a Sorrento

2280-3-grande-1-b_pagina_1Riparte la stagione dei grandi eventi culturali patrocinata dalla Fondazione Sorrento. Tra la primavera e l’autunno 2016 due mostre che ripercorrono la pittura e la scultura del Novecento attraverso le opere dei grandi Maestri dell’arte italiana.

Dopo il grande successo della mostra di Arnaldo Pomodoro del 2015, anticipata dall’installazione di alcuni dei pezzi più significativi del Maestro nelle principali piazze cittadine, anche quest’anno i visitatori che nel periodo pasquale hanno scelto Sorrento come meta per le vacanze hanno potuto ammirare passeggiando per il centro alcune opere di grande interesse che anticipano l’evento “XX secolo-cento anni di arte italiana“, doppia mostra dedicata alla pittura e alla scultura del Novecento. La Porta di Edipo, di Augusto Perez, in Piazza Andrea Veniero, oggetto particolarmente evocativo per il suo valore di elemento di passaggio, da un luogo all’altro, da una dimensione all’altra. In Piazza Sant’Antonino, la scultura Bifrontale uno, di Pietro Consagra, emblema della ricerca dell’artista di una frontalità e bidimensionalità dell’opera che si traduce in punto di vista obbligato per lo spettatore. Di Umberto Mastroianni, Sviluppo di forma in Piazza Tasso, e in Piazza Lauro Tebe seduta di Giacomo Manzù. La fontana d’ingresso di Villa Fiorentino ospita infine il Grande Contorsionista, potente opera di Luciano Minguzzi che sembra percorsa da una forza lacerante che conduce il soggetto ad una sorta di disarticolazione del corpo.
Dall’8 Aprile al 26 Giugno, le sale di Villa Fiorentino si aprono a “Visioni Trasversali nella pittura italiana del XX secolo”. Dal 9 Luglio al 6 Novembre è prevista la seconda tappa della mostra con l’esposizione di alcune tra le più significative opere scultoree del secolo.