Maestri in mostra a Sorrento

IMG_20161203_175224 (1)Torna il consueto appuntamento invernale con i Maestri dell’arte presepiale, nell’esposizione di Villa Fiorentino giunta ormai alla VII edizione. Fino all’8 gennaio 2016.
 
Una vera e propria forma d’arte, quella dei maestri presepisti, che realizzano spettacolari scenografie e personaggi dalla plasticità e dall’espressività straordinarie. Se la meraviglia del presepe, secondo la tradizione classica del Settecento, stupisce da sempre gli spettatori, è pur vero che i più appassionati del genere cercano nelle scene gli elementi significativi e irrinunciabili che rendono il presepe napoletano una grande rappresentazione, più profana che religiosa, della vita, della società, dei gusti e delle mode della capitale del sud nel suo periodo di maggiore sviluppo.
Così la Sacra Famiglia è posta davanti alle rovine di un tempio pagano, simbolo di una passione archeologica che arriva ai massimi livelli dopo le scoperte di Pompei ed Ercolano. Il gusto per la moda orientale è rappresentato dai Magi col loro corteo di musici, con le ricche fogge degli abiti e gli strumenti musicali così perfettamente rappresentati.
E poi le arti e i mestieri, la vita di tutti i giorni del popolo, diviso tra lavoro e osteria, che non disdegna di bere e divertirsi, ignaro del grande prodigio che sta per realizzarsi.
Solo la purezza e l’ingenuità di un giovane pastorello possono accogliere nel cuore con semplicità la verità del mistero che si compie: è questo il ruolo di uno dei personaggi più celebri del presepe, Benino, che sulla via della grotta dorme e sogna di Gesù Bambino.